Ninpō 忍法

L'origine delle discipline tradizionali, definite in occidente "arti marziali", è antichissima, e proviene dalle aree della Cina e dell'India.
E si può benissimo dire, che tutte le arti marziali odierne, legate al Budō 武道, come karate, jūdō, jūjutsu ecc. Non sono altro che frammenti, di ciò che Samurai e Ninja, praticavano, e possedevano in toto. Finite le loro caste, le loro arti militari da combattimento, per non essere perdute in tempi di pace, furono smembrate in concetti e principi, direzionati in uniche discipline specifiche, dedicate singolarmente, ai frammenti di quello che Samurai e Ninja possedevano.

Il ninjutsu è il retaggio delle arti tecniche e spirituali che praticavano degli individui specializzati nella guerriglia, nello spionaggio e nell'esoterismo, chiamati Shinobi no mono 忍者, in occidente conosciuti col nome di Ninja.
Iga-ryū (scuola di Iga) e Kōka-ryū (scuola di Kōka). L'origine dei ninja si perde nella notte dei tempi, giungendo nei secoli delle guerre, tra le nebbie delle regioni di Iga 伊賀市 e Kōka, chiamata anche Kōga 甲賀市, nelle odierne prefetture di Mie 三重県 e Shiga 滋賀県, a sud-est di Kyōto. In queste zone, nascono le più antiche ed importanti scuole di ninjutsu del Giappone medievale.
In queste regioni, a partire dalla fine del 500 d.C., si concentrarono comunità autonome di stampo agricolo, all'interno delle quali venivano tramandate conoscenze sincretiche del Buddhismo Esoterico e della strategia bellica, provenienti dalla Cina e dalla Corea. Queste furono rifugio di guerrieri, vagabondi, e monaci buddisti provenienti sempre dalla Cina e dalla Corea. Si ritiene, infatti, che l'arte oscura Fa-shu, praticata da alcuni monaci nella Cina antica, mirata a combinare le tecniche di combattimento, di meditazione e vari concetti alchemici, non sia altro che la matrice vera e pura delle tecniche ninja del Giappone feudale.
Infatti la maggior parte dei ninja di Iga e Kōka erano discendenti dei Yamabushi 山伏 (i monaci guerrieri delle montagne), che popolavano la regione e vagavano eremiti per tutto il Giappone.
Questi guerrieri straordinari, gli shinobi, durante i periodi feudali, erano in grado di ribaltare interi regni o decidere l'esito di una guerra.

In tutto il Giappone, i ninja sono sempre stati visti con lo stesso rispetto dei Samurai. Perchè? Visto che gli shinobi erano dediti alla vittoria e al raggiungimento dei loro obbiettivi con qualsiasi mezzo, sporco o pulito, onorevole e non, mentre il guerriero Samurai, era nobile, coraggioso, e onorevole servo del Bushidō, il codice per eccellenza del vero guerriero.

Per chi sa cos'è il vero Ninpō 忍法, la pratica dei ninja, comprende bene perchè Samurai e Shinobi ottenevano la stessa fama e rispetto dai Giapponesi, poiché gli Shinobi nonostante non seguissero la dottrina onorevole del Bushidō, avevano comunque un loro codice morale e d'onore, e praticavano una disciplina altrettanto profonda sia a livello tecnico che spirituale, cosa che li distingueva dai Rōnin (Samurai senza padrone) e dai comuni briganti.

Sia a Kōka che a Iga, la vita si conduceva tra, coltivazione, artigianato, e addestramento. Chiunque vivesse li, donna, vecchio o bambino, era in grado di combattere e dare filo da torcere a qualsiasi soldato o nemico di altro genere.

Le scuole ninja più famose erano circa 49, sparse tra le due regioni.
La maggior parte di queste scuole erano situate ai punti medi tra le aree di Owari e Mikawa (da quella che ora è la prefettura di Aichi), e Kyōto.
Quindi essendo praticamente vicini alla capitale del Giappone a quel tempo, occupavano posizioni strategicamente molto importanti.
Di conseguenza, hanno spesso giocato ruoli importanti, in molti eventi storici, e sono ancora oggi considerate le scuole rappresentative dei ninja.
Nel periodo Sengoku, a Kōka si trovavano i "capi", gli shinobi più esperti e discendenti più diretti degli insegnamenti Yamabushi. Coloro che avevano la totale conoscenza dello Shugendō 修験道, "la via del potere spirituale mediante l'ascesi o l'ascetismo ". Tutti i principi religiosi, la via spirituale e tutto il potere esoterico dei ninja di Kōka-ryū, derivava dallo Shugendō. I subordinati di questi capi di Kōka erano suddivisi in 53 famiglie, chiamate Kōkagojūsanke 甲賀五十三家, e tendevano a condurre segrete attività di gruppo che venivano chiamate "Gunchuso 郡中 惣". Kōka Gunchuso 甲 賀 郡中 惣, venivano chiamate anche.
Ma è un argomento talmente lungo, che non può essere approfondito in poche righe. Poichè queste attività segrete e particolari includono, lo studio e la pratica della: "via spirituale", dell'addestramento fisico e mentale, ed ogni genere di scienza. Non vi è un numero appurato, di quante famiglie sono sopravvissute a Kōka, poiché erano parecchio dediti al segreto e alla discrezione.

A Iga c'erano tra le 36 e le 45 (numero incerto) famiglie, più individualiste, ed erano un surrogato degli insegnamenti delle famiglie Kōka-ryū. Vivendo nelle aree di Iga in modo più esposto, molti samurai che ufficialmente erano al servizio del feudo, si pensa fossero shinobi, che discretamente vivevano tra i ranghi di quei samurai.

Durante il periodo Asuka (592-710), sotto il regno del principe reggente Shotoku Taishi (574-622), il termine shinobi, viene utilizzato nella scrittura, per la prima volta in assoluto. Tradotto con la seguente frase: “colui che ha il talento o capacità che permette di realizzare i suoi obiettivi cogliendo il momento opportuno”, o “colui che ha il talento o la capacità di padroneggiare le informazioni”.
Durante il regno dell’imperatore Tenmu 天武天皇 (673-686), ci furono anche denominazioni che indicavano la presenza dei ninja. E il nome più comune era Sokkan che significa “Colui la cui conoscenza gli permette di dominare lo spazio e gli angoli più angusti del mondo e dello spirito”.
Durante il periodo Nara (710-794), racconti di individui strani e dalle abilità sovraumane, descritti perfettamente come i ninja, vengono chiamati Mawashi no Mono. Negli annali del bakufu del periodo Muromachi (1392-1475), il termine usato per designare il ninja era; Kagimono Hiki, “coloro che appaiono dalle ombre”.
I nomi divennero numerosi e vari a seconda dei signori della guerra, delle regioni e delle "voci di quartiere". È stato usato anche Kanja, che può essere tradotto come “l’uomo del momento” o “colui che scivola tra le crepe” per indicare i ninja.
Ciò dimostra che lo shinobi era rinomato, perchè era l'unico tipo di guerriero multidisciplinare in grado di gestire qualsiasi situazione.

Le cronache relative agli eventi storici riguardanti la famiglia Hōjō Godaiki 後 北 条 氏, uno dei più potenti clan guerrieri del Giappone nel periodo Sengoku, che occupò domini principalmente nella regione del Kantō, dove si trova la odierna Tokyo, narrano di legami con gli shinobi, che loro chiamavano con termini come Rappa, Seppa e Suppa, hanno significati come; “creando disordine e confusione” o “ad infiltrarsi come un’onda nella confusione”. Il termine Shinobi no mono, “colui che sopporta senza mostrare se stesso”, comincia ad essere citato in quel periodo.
Oda Nobunaga 織田 信長, acerrimo nemico dei territori di Iga, chiamava gli shinobi Kyodan, «coloro che ascoltano i sussurri”.
Tokugawa Ieyasu 徳川 家康, che accolse sotto la sua ala, i superstiti del massacro da parte di Nobunaga chiamò i suoi shinobi Onmitsu, "Agente segreto del bakufu, e anche Oniwaban, "Guardie che proteggevano le persone vicine alla famiglia Tokugawa e dei quartieri che sono stati loro riservati nel castello".
Infatti ,molti Teppō-tai 鉄砲隊, ovvero i gruppi scelti che fungevano da protezione per proteggere lo shōgun durante i suoi viaggi al di fuori delle mura del castello, erano shinobi o discendenti di essi.

Ma la prima occasione in cui fu ampiamente ed ufficialmente, riportata l'esistenza del "ninja" nella storia, fu quella del Magari-no-Jin 鈎の陣 nel 1487, (La Battaglia di Magari, una vecchia città nella prefettura di Shiga). Nel primo anno del periodo Chōkyō 長享(1487). Durante il conflitto tra Ashikaga Yoshinao 足利幕府 1336–1573, il nono Shōgun dello Shōgunato di Kamakura, che tentò di soggiogare Sasaki Rokkaku (il sovrano della parte meridionale di Shiga) che aveva disobbedito ai suoi ordini. Durante questo conflitto che durò per circa tre anni fino, alla morte di Ashikaga Yoshinao, i ninja di Kōka presero le difese del clan Rokkaku 六角氏, il clan di Sasaki Rokkaku. Rokkaku Takayori 六角氏 高頼, era il gran maestro del clan Rokkaku, e fu quando usurpò i territori di Ashikaga Yoshinao, saccheggiando i santuari e templi in cerca di qualcosa che non si è mai saputo cosa fosse, che divenne un nemico e scatenò la rivalità tra il clan Rokkaku e lo Shōgun Ashikaga Yoshinao.

Lo stesso Shōgun, ordinò al capo del clan, Sasaki Rokkaku, di portargli la testa di Takayori, e guidare una ricognizione nelle zone di Omi (da quella che ora è la prefettura di Shiga), in cerca di tutti i suoi seguaci. Sasaki si rifiutò, e iniziarono i conflitti. Voci dicono, che ebbe il coraggio di rifiutarsi, proprio perchè gli shinobi di Kōka gli giurarono protezione, in cambio di ciò che Takayori aveva saccheggiato.
Il clan Rokkaku, al contrario dello Shōgun che ignorava completamente l'esistenza degli shinobi, conosceva benissimo la forza di questi, e la cosa gli diede il coraggio di mettersi contro Ashikaga Yoshinao. Ma tale fortuna, non durò, perchè il clan fu comunque distrutto più avanti da Oda Nobunaga.

Alla caduta dei ninja, la maggior parte dei clan fu distrutto, e i superstiti, si suddivisero tra, vagabondi, clan fuggiti in segreto, nascosti in aree remote del Giappone, e gruppi legati agli Shōgun, diventando membri essenziali dell'intelligence della corte.

Proprio a causa del caotico alternarsi di guerra e pace, e al grandissimo senso di segretezza dei guerrieri shinobi. Non è semplice raggiungere la verità sulla loro vita. Oggi dunque, è nato un processo di contestualità ed appartenenza a clan e lignaggi. Alcuni reali, altri no. Tuttavia, esistono parecchie fonti storiche, che aiutano, a dimostrare l'appartenenza a lignaggi ed eredità di scuole ninja e samurai. (Codici, e pratiche, che solo i veri discendenti possono conoscere, a confutare la loro reale discendenza).

Mi fermo quì.
Non amo affatto parlare in modo esplicito, e approfondito su internet, di una cosa importante come la disciplina che ho appreso e praticato per ben 22 anni. Concetti, e principi talmente profondi, che solo in presenza di un maestro esperto, possono essere compresi. Tuttavia, occorre per lo meno riferire qualcosa su cosa sia il ninjutsu e i ninja. Ma niente di più di ciò che si possa già trovare sul web.

Consiglio però, alcuni libri con informazioni attendibili su cui prendere informazioni utili:

https://www.amazon.it/Ninjia-antichi-guerrieri-giapponesi-ninjutsu/dp/883401703X/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=39USTNYRS8OZ1&dchild=1&keywords=kacem+zoughari&qid=1613568635&sprefix=kacem%2Caps%2C898&sr=8-1

https://www.amazon.it/Ninja-Secret-History-Ninjutsu-Warriors/dp/4805314044/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=39USTNYRS8OZ1&dchild=1&keywords=kacem+zoughari&qid=1613568635&sprefix=kacem%2Caps%2C898&sr=8-2

https://www.amazon.it/Ninja-Ancient-Warriors-Zoughari-2009-06-30/dp/B01NBPM1YY/ref=sr_1_3?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=39USTNYRS8OZ1&dchild=1&keywords=kacem+zoughari&qid=1613568635&sprefix=kacem%2Caps%2C898&sr=8-3

https://www.amazon.it/Ninp%C3%B4-Ninjutsu-Lumi%C3%A8re-Kacem-Zoughari/dp/284445464X/ref=sr_1_4?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=39USTNYRS8OZ1&dchild=1&keywords=kacem+zoughari&qid=1613568635&sprefix=kacem%2Caps%2C898&sr=8-4

https://www.amazon.it/Ninja-guerriero-ombra-Joel-Levy/dp/8884406498/ref=sr_1_7?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1SBVX6AVWOPXZ&dchild=1&keywords=shonin+ki&qid=1613568683&sprefix=shonin%2Caps%2C215&sr=8-7

https://www.amazon.it/Shoninki-Gli-insegnamenti-segreti-Ninja/dp/8879845233/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1SBVX6AVWOPXZ&dchild=1&keywords=shonin+ki&qid=1613568683&sprefix=shonin%2Caps%2C215&sr=8-2

https://www.amazon.it/Book-Ninja-Bansenshukai-Premier-English-ebook/dp/B00GLC82BK/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=Bansenshukai&qid=1613568722&sr=8-1

https://www.amazon.it/Bansenshukai-1-Antony-Cummins/dp/1492734241/ref=sr_1_4?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=Bansenshukai&qid=1613568722&sr=8-4

https://www.amazon.it/Bansenshukai-2-Antony-Cummins/dp/1492734527/ref=sr_1_9?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=Bansenshukai&qid=1613568722&sr=8-9

 

Scolaro Giuseppe Simone ジュセッペ シモネ スコラロ